Rivista White Wall, USA

2016
by Anna Sanson
Cathleen Naundorf

Cathleen Naundorf comprende perfettamente che ogni casa di moda ha la sua cultura. Prima di lanciarsi nella moda, il fotografo tedesco ha lavorato in viaggio, fotografare diversi gruppi etnici dagli Yanomami nella foresta pluviale amazzonica ai mongoli e ai kazaki nei Monti Altai. Un incontro con Horst P. Horst, che i suoi nonni elogiarono durante la sua infanzia, fu un fattore determinante nella sua decisione di mettere via le valigie e stabilirsi in Europa. Avendo studiato originariamente pittura. Naundorf si è trovata ad adottare un approccio pittorico alla creazione di immagini mentre passava dall'uso di una fotocamera da 35 mm a lavorare con una fotocamera di grande formato su un treppiede. In primo piano in queste pagine sono presenti immagini esclusive di un servizio di alta moda di Elie Saab che Naundorf, ora con sede a Londra e Parigi, realizzato al Musée Rodin di Meudon.

MURO ​​BIANCO: Cosa ti affascina nel fotografare la moda dopo esserti concentrato sul viaggio?

CATHLEEN Naundorf: Ho iniziato a fotografare viaggi a 23 e ha fatto sette libri. Quindi volevo sistemarmi, tornare in Europa e organizzare i miei scatti. Se fotografi all'aperto, aspetti il ​​momento giusto in una situazione a causa del tempo. Ora lavoro più come un regista. 1 fatto qualche fotografia di moda per provare * qualcosa di diverso e per divertimento. e mi è piaciuto iL Ma 1 non so dove sarò tra sette anni.

WW: Come ha fatto l'incontro con Horst P. Horst a New York ti ispira a iniziare a girare moda?

CN: quando 1 incontralo. è diventato il mio idolo, come un eroe. È stato straordinario * avere una leggenda vivente che ti diceva che hai talento e che dovresti provare. 1 mi sentivo motivato e sono saltato dentro. 1 mi sembrava di tornare a dipingere. Ad un tratto 1 è tornato alla mia infanzia, il disegno, disegno, disegno. Impostare una foto, pensando a come coltivarlo, come colorarlo, e come impostare l'illuminazione; è come sedersi per un ritratto. Ma 1 non ha scelto di dedicarsi alla fotografia di moda solo per l'incontro con Horst, ma perché c'era qualcosa dentro di me. È stato il momento giusto, e mi sono trasferito a Parigi perché era il posto giusto per la moda. Ma 1 ancora andare zaino in spalla e scomparire per diversi mesi da qualche parte.

W W: Originariamente hai studiato pittura. Mentre crei set elaborati e fondali per i tuoi scatti, hai l'impressione di lavorare in modo simile a un pittore??

CC: Horst non è mai stato solo un fotografo; era un artista e un pittore straordinario. Cecil Beaton era un pittore. C'è un forte legame tra pittura e fotografia. Fai i preparativi nella tua testa, sviluppi le tue idee, annulli le tue idee, ti aggiri per capire la cosa. Non lo sapevo’ che stavo facendo un senes sull'arca di Noè fino a quando non l'ho finito. Non ne ho mai abbastanza di usare gli animali nel mio lavoro e incorporare idee folli, come fai in pittura. I miei storyboard sono pieni di disegni e collage; è un brainstorming concreto. Durante le riprese, Sono sempre aperto se succede qualcosa per rendere l'immagine più interessante e do a quel momento la possibilità di respirare.

WW: In alcune delle tue immagini vediamo arredi elaborati e ovviamente ti piace usare gli uccelli. Dove trovi e tieni tutto?

CN: 1 andare nei mercati delle pulci e ho uno spazio di archiviazione vicino a Pentole di cose archiviate. Sto cercando un magazzino a Londra. 1 prima ho noleggiato un uccello per sparare a Hitchcock 2011 e completamente ossessionato dagli uccelli. 1 ha iniziato a noleggiarli, poi ha iniziato a comprare piccioni, e lo vedi svilupparsi come un processo nel mio lavoro. Il nostro ufficio è diventato come un pezzo d'opera con tutti questi fondali.

WW: La tua mostra, “Alta moda,” alla Galleria Edwynn Houk’ a gennaio e febbraio presenta immagini dal tuo 2012 “Haute Couture Polaroids ** serie. Quali case hai fotografato e quale storia hai voluto raccontare?

CN: Ho fotografato Dior, Chanel, Valentino, Elie Saab, Jean Paul Gaultier, Christian Lacroix, Philip Treacy, e i corsetti del sig. Perla. Per me, l'alta moda è l'ultima libertà di un designer, un sogno di moda [un sogno di moda].

WW: Cosa puoi dirci sulla fotografia dell'autunno / inverno di Elie Saab 2013 e primavera / estate 2014 collezione di alta moda al Musee Rodin di Meudon, vicino a Parigi, culminante nelle immagini pubblicate qui?

CN: Nel 2012, Ho fatto delle foto al Musee Rodin in Pans con abiti di alta moda Dior. Ho una collaborazione con il museo, e mi hanno dato questo atelier privato nel Musee Rodin di Meudon, che una volta era la sua casa privata e atelier. Molte persone non conoscono questo secondo museo Rodin. Quando sono stato invitato a fotografare nel Musee Meudon, Volevo aspettare la storia giusta. Tre anni dopo, io ero pronto. È un posto molto toccante per me. Rodin visse e creò lì. Come vengo dalla pittura, Conosco tutti i suoi capolavori e ho letto tutto di lui. L'anima dell'artista è così presente nello spazio che ho iniziato a fare qualcosa lì. Significava molto per me personalmente.

WW: Hai collaborato con Valentino a diversi progetti, Cosa puoi dirci sull'incontrarlo?

CN: Ho incontrato Valentino quando ho girato una campagna con Natalia [Vodianova] e ho incontrato Giancarlo Giammetti e fatto alcuni progetti. Valentino adorava cosa 1 ha fatto e mi ha dato il suo castello privato e la completa libertà di girare i suoi abiti. Tutto si è riunito in modo così bello e naturale, e hanno supportato il mio lavoro.

WW: Il tuo modo di lavorare, come creare immagini Polaroid, sembra antitetico alla natura frenetica dell'era digitale. Come ti vedi ad inserirti in tutto questo?

CN: La mia galleria ha stampe fatte a mano e mie stampe digitali! Sono un fan delle ambientazioni romantiche e della modernità. È importante mantenere la cultura e la tradizione. Oggi perdiamo la nostra cultura a causa del mondo virtuale. Vago molto, Non ho una macchina, Ciclo e 1 camminare perché 1 può sec e scoprire cose. È così che ho scoperto la Gran Bretagna: i giardini, i parchi: tanta bellezza, fantasia, pazienza, e l'amore ci ha messo dentro! È d'obbligo sparare a questo. E adoro la bellezza della cultura e della seduzione francesi. I still travel a lot to go and shoot on locations.