Rivista Smithonian, USA

2018
By Amy Crawford
Ad alcuni piace Haute

Una versione vintage dell'alta moda mette in mostra la bellezza di un punto nel tempo

DA QUANDO È STATO COSTRUITO per l'Esposizione Universale di 1900, il Grand Palais, un'impennata inno al vetro e all'acciaio appena fuori dagli Champs Élysées, ha evocato un fascino particolarmente parigino. Quindi, quando un'altra icona francese, la casa di moda Chanel, al fotografo Cathleen Naundorf è stato concesso l'accesso esclusivo ai suoi archivi di design, sapeva che il punto di riferimento della Beaux-Arts sarebbe stata la cornice ideale per le sue immagini oniriche. "È di vetro, è in acciaio, è leggero. Se vedi la mia macchina fotografica, è lo stesso,"Dice Naundorf, che lavora con un vintage degli anni '80 Deardorff e 8×10 Film Polaroid, il tipo che si sviluppa in pochi minuti. La sua tecnica, in mostra nel suo nuovo libro Women of Singular Beauty: Chanel Haute Couture, riflette l'opulenza artigianale degli abiti di Chanel e del Grand Palais stesso, rendendo impossibile il ritocco al computer onnipresente nella fotografia di moda di oggi. Quando le cose sono fatte a mano “la senti,"Dice Naundorf. "È bello lasciare le pieghe e gli errori, perché è umano ".