Il giornale mondiale, GERMANIA, 2012

2012
by Lorraine Haist
L'ultimo del suo genere

 

Cathleen Naundorf mette in scena abiti di alta moda in una bellezza senza tempo. Il fotografo è un cronista di un'arte estinta

LORRAINE HAIST

Cathleen Naundorf ha realizzato qualcosa, quello che solo gli altri fotografi sognano: Per molti anni è stata una gradita ospite negli archivi delle grandi case di alta moda parigina. Jean-Paul Gaultier, Valentino, Chanel o Dior si fidano dei tedeschi, che da allora 14 Anni a Parigi, il loro più grande, molto elaborato, abiti più costosi. Per produzioni fotografiche, in cui il tempo sembra essersi fermato come nelle officine dell'alta sartoria, il in 21. Century coglie solo per una manciata di clienti super ricchi, ricama e piega.
Le foto di Cathleen Naundorf hanno poco in comune con gli scatti di moda contemporanei. I tuoi fondali sembrano magici, poetico, incanta; i modelli, esotico e fiducioso, sembra fondersi con l'abito e lo sfondo. Che il risultato è unico come una veste di alta moda, è anche dovuto al loro impegno per la fotografia analogica: Il forte di Horst P. Naundorf influenzato da Horst funziona esclusivamente con una grande fotocamera Polaroid. Se bagnate, le polaroid vengono trasferite sulla carta, le tracce, che lascia questo processo, deliberatamente non li elimina. Cathleen Naundorf non ha mai ritoccato una delle sue foto. Gli deruberebbe la sua anima, trovali.

IL MONDO: Ti descriveresti come fotografo di moda??

CATHLEEN Naundorf: Sono un fotografo, che è attualmente fortemente coinvolto nella moda. Per me un'immagine deve essere più di un'illustrazione. Deve avere senso e raccontare una storia – anche allora, quando puoi vedere la moda su di esso.

Hai studiato pittura e fin dall'inizio 20 deciso, Per diventare un fotografo. Quanto di quel passato è nelle tue fotografie?

Le mie composizioni, la struttura dell'immagine, l'illuminazione è pittoresca, anche le pose dei miei modelli. Sono fortemente influenzato dal Rinascimento italiano. Mi occupo a lungo dei miei argomenti. Faccio disegni, collagene, hanno grandi libri di storyboard pieni di schizzi, in cui costruisco le mie storie. A volte ci vuole fino all'implementazione, due anni. Prendo il mio tempo, fino a quando non ho trovato il posto giusto, il modello giusto, il vestito giusto.

In che misura la tua fotocamera ti supporta in questo modo di lavorare?

Lavoro solo analogico, con una fotocamera a piastre, che sta su un treppiede e deve essere caricato. Non sei molto flessibile e devi pensare attentamente come un pittore, cosa vuoi fotografare, quando scattare la foto e dove.

Quali sono le caratteristiche di un luogo?, in modo da poterlo scegliere come impostazione per una delle tue fotografie?

Deve avere una storia da raccontare. Nella mia casa adottiva di Parigi, questi posti sono ovunque – Devo solo scoprirlo e interpretarlo da solo. Parigi ha molta patina, e penso che sia molto bello, se posti, paesaggi, ma visse e lasciò il segno.

Hai lavorato come fotografo di viaggio per molto tempo. Oggi viaggi con la tua fotocamera nel mondo dell'alta moda. Ciò che ti affascina al riguardo?

L'alta moda è un mestiere tradizionale, per quanto riguarda la mia professione, come lo capisco. Che è completamente il mio mondo, Mi sono reso conto, se io 1997 fotografato ed esperto nello studio di ricamo di François Lesage, come è stato creato questo fan dress di Jean-Paul Gaultier. Disse a Lesage: ,^ Voglio 8 scomparti sul mio vestito!“, e ovunque c'erano libri sul ricamo del 18. secolo, i dottori, Soggetti italiani, Cinese, Soggetti francesi, Soggetto barocco. Incredibile, quanta ricerca c'era nel vestito! Fare disegni, Blueprints, L'avevo imparato anch'io. Mi sono sentito capito.

I designer si sentono, che ti affidano i loro abiti più preziosi per la fotografia, forse capito da te?

All'inizio sei stato molto sorpreso dal mio modo di lavorare. Quando vuoi sparare?“, hai chiesto. "Ho tempo, un mese, due mesi, un anno ^ ’, ho risposto. Respirarono tutti profondamente, e gradualmente fu detto: ,»Ah, Cathleen, è fantastico, possiamo prenderci il nostro tempo!“In quelle grandi case di moda potresti lavorare diversamente in passato, con molta più calma. Questo l'ha toccata molto, e questo ha portato a uno scambio molto fruttuoso.

Non hai solo una relazione speciale con le case di moda, ma anche ai tuoi modelli.

Li vedo come personalità, chi può vivere nelle mie foto. La maggior parte era considerata una seconda o terza scelta dalle loro agenzie. Ma volevo deliberatamente fotografare diversi tipi di donne, dal Brasile, dal Giappone. Ho viaggiato troppo nella mia vita, correre dietro a questi stereotipi di moda. Soprattutto con le ragazze, su quale si dice: "È troppo grande, troppo piccolo, troppo spesso, troppo magro, troppo vecchio”, penso a me stesso: ..Chiedo scusa?! Io lo prendo!“

Progettate i set singolarmente come i vostri modelli, in cui fotografi. Ha un significato, che ci sono sempre uccelli, Piume e gabbie sono visibili?

Un uccello ha qualcosa di divertente per me, sfacciato, qualcosa di grazioso e assolutamente gratuito. Gli uccelli sono sempre stati i miei animali preferiti, da bambino erano i miei migliori amici. Non potevo sopportarlo, per vedere un uccello in gabbia, e ha aperto ogni gabbia. Ecco perché non vedrai mai un uccello in una gabbia nelle mie foto.

Come hai avuto Horst P. Horst ha vinto come mentore?

Ho appena chiamato e gli ho chiesto, se posso incontrarlo. Egli ha detto: ,E, vieni da me a New York. "L'ho fatto. Lui mi ha insegnato, per farmi la domanda prima di ogni foto: Cosa voglio davvero mostrare? In questo momento, dove tutti pensano, poteva fare tutto rapidamente, questo tipo di concentrazione e lavoro preciso è una grande sfida. Il risultato è tanto più soddisfacente: Qualità ad alto livello artigianale. Abbiamo fino alla sua morte 1999 lavorato insieme. Era anche la fine di un'era, era un essere umano< il 20. secolo.

Vivi e lavori 21. secolo, ma le tue foto appaiono come da altre volte.

Sono ancora una persona moderna. Ad esempio, ho un debole per l'architettura moderna, per Oscar Niemeyer, Sir Norman Foster, Renzo Piano. Quello che non capisco del II secolo, è il ritmo veloce, isteria di massa e produzione di massa, con cui distruggiamo tutto questo, cosa ci troviamo dentro 20. Secolo. Non posso accettarlo, quindi le mie foto sono messaggi, con chi dico: Vedo il mondo, la moda, le persone a un altro, calma, tipo rispettoso. Puoi iniziare con quello, ciò che vuoi.

Le fotografie di alta moda di Cathleen Naundorf sono attualmente nella mostra “Haute Couture – The Polaroids of Cathleen Naundorf” può essere visto nella galleria d'arte di Monaco Bernheimer Fine Art Photography (per 4. agosto). L'omonimo libro illustrato è stato pubblicato da Prestel Verlag (49,95 Euro)

A PERSONA
Cathleen Naundorf era 1968 nato a Weißenfels / Saale, proprio come il suo mentore Horst P. Horst. Ha studiato grafica a Monaco, Pittura e fotografia. Ha viaggiato in tutto il mondo come fotografa documentarista, prima di scoprire la moda per sé a Parigi alla fine degli anni '90. Per sette anni ha lavorato al suo libro fotografico "Haute Couture – The Polaroids of Cathleen Naundorf”.